LUIGI ROSSINI 1790 - 1857 IL VIAGGIO SEGRETO - Mostra

Mostra - da mercoledì 08 Ottobre 2014 a sabato 10 Gennaio 2015  - Via della Stamperia Roma
L'Istituto Nazionale per la Grafica presenta l'edizione romana della mostra dedicata all'attività incisoria di Luigi Rossini (Ravenna 1790 – Roma 1857) frutto della ormai quadriennale collaborazione con il m.a.x. museo di Chiasso (Giovan Battista Piranesi, Opera grafica 2011, Tiepolo nero 2012, Capolavori a Chiasso. Maestri dell'arte grafica dal XV al XX secolo dalle collezioni dell'Istituto nazionale per la grafica in Roma 2013).
Luigi Rossini, architetto e incisore, è riconosciuto dalla critica come l'ultimo grande illustratore delle meraviglie di Roma, dopo Giuseppe Vasi e Giovanni Battista Piranesi. Di Rossini l'Istituto conserva un importante nucleo di matrici, acquisite tra il 1909 e il 1910 dal figlio Teofilo; alcuni disegni, un volume di studi autografi e una decina di volumi del Fondo Corsini, edizioni originali delle stampe che documentano l'intera attività dell'artista ravennate. Insieme alle collezioni dell'Istituto, in mostra sono esposti i disegni acquerellati, gli schizzi preparatori e le stampe generosamente concessi in prestito dagli eredi.
Proprio l'esame delle opere degli eredi ha reso possibile l'analisi del metodo operativo dell'incisore, effettuata dalla Calcoteca e dal Laboratorio diagnostico delle matrici dell'Istituto, e un approfondimento articolato dell'attività incisoria di Luigi Rossini che va dagli anni Venti agli anni Cinquanta dell'Ottocento.
Il percorso espositivo si snoda attraverso le sale del Museo dell'Istituto, in via della Stamperia, a partire dal magnifico Panorama di Roma Antica e Moderna del 1827; più di tre metri di lunghezza, realizzato in quattro matrici, di cui una esposta in mostra. Il Panorama fa parte delle collezioni dell'Istituto ed è stato esposto con grande successo nel 2000, in occasione dell'inaugurazione di Palazzo Poli, all'interno della mostra Roma Veduta.
In prima sala troviamo il busto in marmo di Luigi Rossini del 1839 e un dipinto raffigurante Luigi Rossini, realizzato nella prima metà del XIX secolo dal figlio Filippo, prestito dell'Accademia di San Luca. Esposta anche una matrice della Raccolta di 50 vedute di antichità, del 1818, di collezione privata.Nella seconda sala sono esposte le opere della prima attività, in età neoclassica, di Luigi Rossini, tra le quali un album di disegni attribuito all'artista, vera e propria miscellanea di schizzi e progetti architettonici. Nella terza sala si è voluto illustrare il procedimento che dai disegni acquerellati preparatori conduceva all'incisione delle matrici, realizzate nella stessa scala, da cui sono tratte le relative stampe.


  • +39 0669980238
  • in-g.ufficiostampa@beniculturali.it

Guide Turistiche

Servizi

Offri un servizio turistico interessante?

Contattaci ora e diventa un membro del nostro network.